2007/2017, CARO BABBO NATALE…..!

Caro Babbo Natale,

10 lunghissimi anni dentro questa maledetta crisi: uffffffa!

Già, tu non centri ma, di questi tempi, forse puoi fare qualcosa.

Non dirmi pure tu, ti prego, che ne siamo fuori; ennò, questa ripresina ha tutt’al più un respiro congiunturale mentre i problemi di natura strutturale son tutti lì insoluti tanto che, oltre la crescita, cresce di più il “rancore” come dicono dal Censis.

Cosa puoi fare, dici?

Beh intanto conoscere il non ancora detto della crisi aiuta a non scambiar lucciole per lanterne.

Facciamo così, ti racconto una storiella poi vediamo….

“Il mercato in origine trova ragione nell’eccedenza; vendo, insomma, quel che a me non serve.

Poi passano i giorni, gli anni persino i secoli; di eccedenza* in eccedenza però si può morire.

Prima di morire le imprese tentano riducendo i costi, prevalentemente quelli del lavoro**, di poter essere competitive e vendere il loro troppo in magazzino.

Per dar man forte, chiamano a raccolta tutte le politiche e le tecniche di reflazione che, per dar sostegno alla domanda, hanno alterato il meccanismo di formazione dei prezzi per non ridurli.

Vista l’aria che tira, il potere d’acquisto si riduce progressivamente, aumenta invece il debito fino a fare sboom.

Già, con l’ausilio di quel debito il Consumatore, pur di non mancare al ruolo, non ha lesinato la domanda e, di domanda in domanda, ha finito con l’affrancarsi dal bisogno.

Dunque, i 10 anni di crisi stanno tutti in questi fatti e dentro la contraddizione che si mostra.

Eggià, la crescita economica si fa con la spesa, che s’ha da fare con redditi da lavoro striminziti, in tasca a consumatori satolli che al mercato dovrebberoincontrare produttori ingolfati di merci: bella no?”

Carissimo, ciò detto, non ti chiedo di rimettere in sesto i cocci, manco il miracolo che non ti spetta. Mannaggia, non puoi portar loro manco il carbone perchè spetta alla Befana.

Puoi però negare il solito regalo, quel “credito di ruolo” che li accredita da sempre con tutti, per portarlo… chessò ai Consumatori. Si, da ora in poi “credito”, non debito!

Cosa ne dici, Babbo? Beh, intanto buon onomastico!

* Dopo il primo produttore arriva il secondo poi via, via 10, 100, 100, 10.000 fino a “enne”; migliorano il loro fare, con lo sviluppo tecnologico migliorano i processi produttivi e la qualità del prodotto: nel 2016, al G20 di Hangzhou, in Cina, si prende atto degli eccessi, viene costituito un forum “per monitorare il processo” e tagliare le sovraccapacità.

** Tutte quelle eccedenze hanno prima svalutato il lavoro, inevitabilmente poi sgangherato con contratti a termine, impegno part time, precariato; tutti malamente retribuiti.

Mauro Artibani, l’Economaio

Annunci

Informazioni su professionalconsumer

Sono Mauro Artibani, l'economaio. studioso dell’Economia dei Consumi, quella che gli accademici non scorgono, le Facoltà di Economia non insegnano. Da 15 anni sviluppo una ricerca al cui centro abita il “Professional Consumer” che sbircia, indaga e intravvede le regole per un capitalismo tutto nuovo. Autore del libro: PROFESSIONE CONSUMATORE Paoletti D´Isidori Capponi, Marzo 2009 Autore del libro: LA DOMANDA COMANDA: VERSO IL CAPITALISMO DEI CONSUMATORI, BEN OLTRE LA CRISI Autore del DECALOGO DEL PROFESSIONAL CONSUMER Ho in corso la redazione del “SILLABARIO DELL’ECONOMIA DEI CONSUMI” testo che riallinea le voci dell’economia al nuovo paradigma della produzione.
Questa voce è stata pubblicata in consumatori, crescita, crisi, debito, Domanda, economia, economia dei consumi, famiglie, fiducia, Gente, spesa e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a 2007/2017, CARO BABBO NATALE…..!

  1. Pingback: 2007/2017, CARO BABBO NATALE…..! – informationzero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...