TERRORISMO, DEBITO E TORTI

Il fenomeno terroristico ci invade, ci scrolla, ci impalla, non ci raccapezza, ci divide, ci umilia: peggio di così?

In Europa 5.000 foreign fighters che vanno e vengono; gli associati non quantificabili, manco i supporter, gli emulanti poi… ma ci sono.

Il 90% di questa gente vive nelle città. Là, dove ci si incontra, si sta insieme, magari per andare oltre le connessioni remote, a colpi di “social”, riconquistando quelle connessioni prossime, proprio con chi ti stà da presso.

Un bel guaio; se poi fai i conti sballi: il debito pubblico dei paesi europei si aggira attorno al 95% del Pil; per controllare 24/24 uno di questi debosciati occorrono, sembra, 12 uomini x 5.000 x pressappoco altrettanti che li fiancheggiano fa una montagna di denaro da dover spendere in tempi di vacche magre. Ancor più magre se metti nel conto pure quel che costano quei “protocolli di sicurezza”

Già, la sicurezza costa, troppo!

Pork: no, loro non debbono, ne stanno vincendo, stiamo perdendo noi!

Che si fa?

Di questi tempi e con questi chiari di luna, toh: mondiamo i nostri torti!

Torti, non dei terrorizzati con chi ci terrorizza; del pensiero d’occidente verso quello del medioriente, forse si.

Qual cosa da dover farci perdonare si trova sempre; faremo mancare all’Isis e ad Al qaeda la terra sotto i piedi, scavando un fossato tra “loro” e chi l’abita.

Non costa denaro; un pò di coraggio, si!

Si dirà, non ci sono solo i credenti dell’Islam, da noi stranno pure i loro miscredenti?

Beh allora, se non si vuol riconoscere il torto dovremo rivedere le nostre ragioni. Una almeno, quella ragione accidentale che ha smarrito la capacità di essere egemone: un brutto affare!

Essì, da quando almeno, per generare quel “senso” che accomuna, abbiamo sostituito i Filosofi con i pubblicitari.

Ennò, non funziona.

Mauro Artibani

https://www.facebook.com/133670339996087/photos/a.1032884836741295.1073741825.133670339996087/1032884756741303/?type=1

http://audio.radio24.ilsole24ore.com/radio24_audio/2015/150506-versioneoscar.mp3

Annunci

Informazioni su professionalconsumer

Sono Mauro Artibani, l'economaio. studioso dell’Economia dei Consumi, quella che gli accademici non scorgono, le Facoltà di Economia non insegnano. Da 15 anni sviluppo una ricerca al cui centro abita il “Professional Consumer” che sbircia, indaga e intravvede le regole per un capitalismo tutto nuovo. Autore del libro: PROFESSIONE CONSUMATORE Paoletti D´Isidori Capponi, Marzo 2009 Autore del libro: LA DOMANDA COMANDA: VERSO IL CAPITALISMO DEI CONSUMATORI, BEN OLTRE LA CRISI Autore del DECALOGO DEL PROFESSIONAL CONSUMER Ho in corso la redazione del “SILLABARIO DELL’ECONOMIA DEI CONSUMI” testo che riallinea le voci dell’economia al nuovo paradigma della produzione.
Questa voce è stata pubblicata in crescita, debito, europa e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...