CRISI, NOI CONSUMATORI LA SOLUZIONE CE L’AVREMMO

soluzione ce avremmo

“L’indice di fiducia delle imprese (Bci) e dei consumatori (Esi) della zona euro e dell’Ue ha segnato un nuovo calo. Il Bci nella zona dell’euro é sceso a 0,78 punti dallo 0,89 precedente, mentre l’Esi é sceso sia nella zona dell’euro che nell’Unione, passando in Eurolandia da 2,6 punti a 1,7 punti. Lo ha reso noto la direzione Affari economici e finanziari della Commissione europea.
Secondo la Commissione, il calo di fiducia delle imprese è dovuto soprattutto, stando alla valutazione dei manager, all’andamento degli ordinativi negli ultimi mesi e agli stock dei prodotti finiti che restano invariati.
Il calo della fiducia dei consumatori riguarda in particolare il settore dei servizi, del commercio al dettaglio e delle costruzioni”.
Non è finita qui.
C’è  anche il restringimento del credito: per l’industria finanziaria più che sfiducia, depressione.
Si sfiduciano tra loro, non si fidano a prestarsi reciprocamente il danaro.
E allora siamo alla frutta?
No, ma….
Noi consumatori una soluzione ce l’avremmo.
Scambiamoci i ruoli e vediamo cosa succede.
Noi vendiamo le nostre risorse: tempo, attenzione, passioni, ecc.
I produttori le acquistano.
Noi rifocilliamo i portafogli.
Ripaghiamo il debito.
Quelli del credito rifocillano le loro finanze.
Noi riprendiamo a consumare.
I produttori smaltiscono gli stock invenduti.
Sarà una pezza ma anche una possibilità.
Così si rabbercia la barca e si può  tornare a navigare.
Un navigare però sempre più periglioso che consiglia di cambiare registro prima del naufragio.
Si dice in giro che i consumatori professionisti stiano mettendo a punto una risoluzione che indica la svolta.
Sbirciando tra le bozze si legge: dalla Ricchezza al Benessere, dalla Quantità alla Qualità, dalla Ingordigia alla Temperanza fino alla Responsabilità.
C’era scritto anche Rinuncia ma è stato cancellato.
Obiettivo: il BENE COMUNE.
Proprio quello invocato di tanto in tanto da Confindustria.
Si intravvede la luce in fondo al tunnel?

Mauro Artibani

Annunci

Informazioni su professionalconsumer

Sono Mauro Artibani, l'economaio. studioso dell’Economia dei Consumi, quella che gli accademici non scorgono, le Facoltà di Economia non insegnano. Da 15 anni sviluppo una ricerca al cui centro abita il “Professional Consumer” che sbircia, indaga e intravvede le regole per un capitalismo tutto nuovo. Autore del libro: PROFESSIONE CONSUMATORE Paoletti D´Isidori Capponi, Marzo 2009 Autore del libro: LA DOMANDA COMANDA: VERSO IL CAPITALISMO DEI CONSUMATORI, BEN OLTRE LA CRISI Autore del DECALOGO DEL PROFESSIONAL CONSUMER Ho in corso la redazione del “SILLABARIO DELL’ECONOMIA DEI CONSUMI” testo che riallinea le voci dell’economia al nuovo paradigma della produzione.
Questa voce è stata pubblicata in consumatori, crisi, denaro, fiducia, ricchezza e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...