CERCASI REDDITO PER SOSTENERE LA DOMANDA

cercasi reddito

Naufraga il potere d’acquisto dei Consumatori.

Manca il reddito per sostenere la Domanda. Hanno provato con il debito, è finito tutto in vacca: crisi nera.

Eppure, li vedete i commercianti ed i produttori in attesa, rinvigoriti e speranzosi?

Si è sparsa la voce che il prossimo anno, a seguito della riduzione del costo di petrolio, gas, energia e del debito, le famiglie italiane potranno disporre di 24 miliardi di risorse finanziarie aggiuntive da spendere.

Verrà rinvigorito così il potere d’acquisto: alè, di nuovo clienti, baci e abbracci.

C’è di più, se ne parla meno: in sede di Commissione Europea si sta studiando un testo-direttiva per portare gli orari di lavoro settimanale da 45 a 65. Bella no ?

Così si potranno arrabattare incrementi di reddito, buoni per non perdere il vizio di consumare.

Ci risiamo: si tenta di fare le nozze con i fichi secchi; insomma tutto come prima.

Quelli al potere miopi come talpe.

Sì, avrò più soldi in tasca ma ,con quell’orario di lavoro, più fatica da smaltire da non avere voglia di andare a zonzo a spendere soldi. Tanto sonno da non riuscire ad abbeverarmi di informazione pubblicitaria vieppiù necessaria per gli acquisti. Mi lascerò anzi intrattenere dalla calde lenzuola; calmerò i prodighi ardori tra le braccia di Morfeo.

Non c’è che dire, un bel guadagno!

Della miopia si è detto e di una dabbenaggine che appare sospetta?

Si continua a ritenere che i Consumatori consumino, consumando reddito, risparmio, tempo; accumulando stress pure inquinando per dare ristoro ai loro Bisogni.

Bisogno?

Quello di ingrassare mangiando, come fanno quei 75.000.000 di americani obesi e non so quanti europei?

Quello di abbigliarsi, vestendo alla moda che passa di moda, scartando più abiti di quanti si riesca ad indossarne?

Ma quale bisogno d’Egitto: provate a chiedere ai pubblicitari e a quelli del marketing cosa ne pensano.

Si deve consumare perché questo il nostro ruolo nel meccanismo economico. Questo il modo per generare ricchezza: non possiamo sottrarci.

Operatori di mercato, altro che Consumatori!

Mi sembra del tutto evidente che i meccanismi che si “sperano”, che si ingegnano, che si tenta di disporre, risultano del tutto inadeguati per oliare i meccanismi del sistema: quando cala la Domanda la crisi affonda il mondo.

Un Auto prodotta ma non venduta, non è ricchezza, sta arruginendo!

Credo pertanto debba essere riconsiderato, per intero e senza infingimenti il Valore, la quantità, l’insostituibilità del nostro esercizio.

Il nostro ruolo, la nostra forza e un adeguato ristoro economico, potranno invece garantire la continuità del ciclo della crescita al riparo di ogni stormir di fronde.

Mauro Artibani

https://www.facebook.com/133670339996087/photos/a.1032884836741295.1073741825.133670339996087/1032884756741303/?type=1

 

http://audio.radio24.ilsole24ore.com/radio24_audio/2015/150506-versioneoscar.mp3

Annunci

Informazioni su professionalconsumer

Sono Mauro Artibani, l'economaio. studioso dell’Economia dei Consumi, quella che gli accademici non scorgono, le Facoltà di Economia non insegnano. Da 15 anni sviluppo una ricerca al cui centro abita il “Professional Consumer” che sbircia, indaga e intravvede le regole per un capitalismo tutto nuovo. Autore del libro: PROFESSIONE CONSUMATORE Paoletti D´Isidori Capponi, Marzo 2009 Autore del libro: LA DOMANDA COMANDA: VERSO IL CAPITALISMO DEI CONSUMATORI, BEN OLTRE LA CRISI Autore del DECALOGO DEL PROFESSIONAL CONSUMER Ho in corso la redazione del “SILLABARIO DELL’ECONOMIA DEI CONSUMI” testo che riallinea le voci dell’economia al nuovo paradigma della produzione.
Questa voce è stata pubblicata in consumatori, crescita, crisi, debito, produttori, reddito e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a CERCASI REDDITO PER SOSTENERE LA DOMANDA

  1. Pingback: CERCASI REDDITO PER SOSTENERE LA DOMANDA | informationzero

  2. Antonio Errico ha detto:

    Sono un ignorante in materia essendo pedagogista, ma il buon senso e due conti, come me, se li sanno fare tutti. La politica all’ingrasso seguita come per gli animali è suicida. Se si vuole aumentare la domanda deve aumentare il numero dei consumatori. Nel mondo la popolazione non è tutta sazia e la statistica lascia il tempo che trova, tipo quella di un pollo a testa! Bisogna lavorare di meno tutti, ed aumentare il numero degli occupati e quindi consumatori. Se lo Stato da un reddito di cittadinanza ci sarà maggiore domanda al consumo. I nostri soloni governanti sono ciechi? Sono stupidi? Sono malvagi? Sono saccenti? O semplicemente tiranni? Dico che per ogni cosa non basta essere politico, ma essere competente non per elezione, ma per risultati tangibili ottenuti che confermino l’adeguatezza al ruolo, Diversamente il minimo è la destituzione dalla carica e ove c’è mala fede risarcimento totale al popolo. Questo deve essere applicato in tutto il mondo per far morire sul nascere aspiranti Hitler.

    • nell’economia di mercato, quando hanno più bisogno i produttori di vendere che i consumatori di acquistare, non è lo stato-quindi noi che tassiamo noi stessi- che rifocilla il potere d’acquisto con il reddito di cittadinanza. devono essere le imprese che acquistano la domanda facendo guadagnare i domandanti. magari semplicemente abbassando i prezzi. questo non si riesce a fare perchè il mercato risulta infestato da tecniche e politiche di reflazione di tutti i tipi. il “QE” della Bce in primis.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...