LA CRISI: SE NON LO SANNO LORO

 

Zitti, tendete le orecchie.

2007/2012, a cinque anni dall’inizio della crisi, Robert Fischer, presidente della Federal Reserve di Dallas, intervenuto in un convegno a New York dice: ”La verità è che le persone in seno al Comitato di politica monetaria della Fed non sanno cosa realmente ostacoli l’economia. Non sanno quello che davvero può funzionare per rimettere l’economia sulla giusta strada”.

 

Non lo sanno?

 

Ma come non lo sanno. Lo sanno, lo sanno.

Sanno che debbono continuare a tenere il tasso di interesse basso perchè facendo costare meno il denaro qualcuno lo compri per poter fare quella spesa aggregata che fa crescere il Pil.

La solita vecchia storia cominciata al volgere del millennio, mai terminata.

Iniziata per dare soccorso ad una economia afflitta da un eccesso di capacità produttiva e dal difetto reddituale di chi acquista, esautorando il mercato dal fare prezzo.

Proseguita per riparare al danno del debito, conseguente proprio all’alterazione del meccanismo di formazione dei prezzi.

Oggi quella trasmissione del credito all’economia non funziona più perchè qualcuno, Produttori e Consumatori, fa orecchie da mercante e non acquista.

I primi non prendono denari per investire perchè i secondi, tutt’intenti a rimettere il debito, non prendono e non spendono.

Il cane si morde la coda, la crisi morde i polpacci.

Si, insomma con il debito non si fa più la crescita. VEDI ANCHE dubito del debito

Hei Voi. Si proprio voi, signori della Fed, voi custodi della stabilità dei prezzi, che con i ricostituenti monetari li avete alterati, questo vostro fare ostacola la crescita.

Per rimettere in moto l’economia occorre andare contro corrente, navigare di bolina: rimuovere le politiche di reflazione, approfittare della deflazione.

Bestemmia?

Macchè, la deflazione è quel dispositivo del mercato efficiente buono per ripristinare l’equilibrio di prezzo tra chi vende e chi acquista.

Si, buona per rifocillare la capacità di spesa che smercia, che fa riprodurre generando lavoro e, mi venga un colpo, occupazione.

Proprio quell’occupazione, che il fare di LorSignori non raccapezza.

 

Mauro Artibani

www.professionalconsumer.wordpress.com

www.professioneconsumatore.org

 

 

 

 

 

Annunci

Informazioni su professionalconsumer

Sono Mauro Artibani, l'economaio. studioso dell’Economia dei Consumi, quella che gli accademici non scorgono, le Facoltà di Economia non insegnano. Da 15 anni sviluppo una ricerca al cui centro abita il “Professional Consumer” che sbircia, indaga e intravvede le regole per un capitalismo tutto nuovo. Autore del libro: PROFESSIONE CONSUMATORE Paoletti D´Isidori Capponi, Marzo 2009 Autore del libro: LA DOMANDA COMANDA: VERSO IL CAPITALISMO DEI CONSUMATORI, BEN OLTRE LA CRISI Autore del DECALOGO DEL PROFESSIONAL CONSUMER Ho in corso la redazione del “SILLABARIO DELL’ECONOMIA DEI CONSUMI” testo che riallinea le voci dell’economia al nuovo paradigma della produzione.
Questa voce è stata pubblicata in consumatori, crisi, debito, economia, Pil e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...