PATTI CHIARI, AMICIZIA LUNGA

Con i tempi che corrono dopo la  Spending Review del settore pubblico occorre affrontare quella della Famiglie; si, insomma, quella dei Consumatori.

Già, perché non cogliere l’occasione per fare un po’ di pratica e magari così migliorare l’esercizio di spesa?

Un esercizio facile facile tanto per rilassarci: le “carte fedeltà”.

Si possono intercettare, così, occasioni di reddito ed irrobustire, perché no, pure l’orgoglio di categoria.

Un Professional Consumer deve fare di necessità virtù. Non fare i conti  con il business delle “carte fedeltà”, quelle utilizzate nella grande distribuzione, sarebbe addirittura imbarazzante.

In questo settore è in atto un vero e proprio gioco al massacro per

fidelizzarci: costa meno tenere un cliente che tentare di acquistarne di nuovi.

Bene. Tutti offrono qualcosa per trattenerci?

E noi rendiamo possibile farci trattenere da tutti: prendiamo tutte le carte,  facciamoci fidelizzare così non ci fidelizza nessuno!

Acquistiamo solo i prodotti per fidelizzati nei vari hard-super-iper mercati.

E’ un bel risparmio.

Per farlo occorre tempo, pazienza, calcolo?

Niente paura; reclamiamo la pubblicazione, sui siti aziendali, dei prezzi  dei prodotti; un software di selezione ci  consentirà di individuare le merci più vantaggiose.

Un buon navigatore satellitare ci dirà dove andare ad acquistarli,

individuando il tracciato più conveniente. Con l’agenda degli

affollamenti  sul cellulare, infine, saremo in grado di scegliere i momenti migliori per farlo.

Il gioco è fatto: li abbiamo fidelizzati!

Può sembrare pleonastico ma per chi deve spendere vi è l’imprescindibile necessità di

essere costantemente aggiornato, trovare complicità, farsi  pure ficcanaso.

Giustappunto, con i tempi che corrono guai a distrarsi; si corre il rischio di perdere occasioni irripetibili.

Sentite questa, l’ho trovata tra i miei appunti, da un rapporto redatto nel 2005 dal Centro Studi Einaudi risulta che i costi sostenuti dalle banche per  affiliare un nuovo cliente sono quattro volte superiori al costo di gestione di un cliente già “posseduto”.

Gliela facciamo passare liscia o ristrutturiamo il costo dei nostri c/c ?

Patti Chiari, amicizia lunga!

 

Mauro Artibani

www.professionalconsumer.wordpress.com

www.professioneconsumatore.org

Annunci

Informazioni su professionalconsumer

Sono Mauro Artibani, l'economaio. studioso dell’Economia dei Consumi, quella che gli accademici non scorgono, le Facoltà di Economia non insegnano. Da 15 anni sviluppo una ricerca al cui centro abita il “Professional Consumer” che sbircia, indaga e intravvede le regole per un capitalismo tutto nuovo. Autore del libro: PROFESSIONE CONSUMATORE Paoletti D´Isidori Capponi, Marzo 2009 Autore del libro: LA DOMANDA COMANDA: VERSO IL CAPITALISMO DEI CONSUMATORI, BEN OLTRE LA CRISI Autore del DECALOGO DEL PROFESSIONAL CONSUMER Ho in corso la redazione del “SILLABARIO DELL’ECONOMIA DEI CONSUMI” testo che riallinea le voci dell’economia al nuovo paradigma della produzione.
Questa voce è stata pubblicata in consumatori, reddito, spesa e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...